Covid-19 in Calabria, mamma e figlia di tre anni ricoverate in Terapia Intensiva

Nonostante il calo dei contagi il Covid continua a preoccupare in Calabria. Sabato scorso una giovane mamma e la sua bambina di tre anni sono state ricoverate nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Annunziata di Cosenza”.

Al momento a destare maggiore preoccupazione sono le condizioni della donna che, da quanto si apprende, manifesta dei danni cerebrali sui quali accertare le cause: non necessariamente legate al virus.

A predisporre il trasferimento delle pazienti, originarie di Spezzano Albanese, era stato il personale del pronto soccorso di Castrovillari, una volta individuati i gravi problemi di salute che affliggono la donna, il quadro clinico della bambina sembra attualmente meno complicato ma le diagnosi di entrambe devono essere ancora definite.