Covid-19, nuova ordinanza regionale: per positività, sorveglianza e fine quarantena basterà anche un test rapido


Nuova ordinanza del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, su “diagnosi e alle attività di testing per fine isolamento, fine quarantena e di fine auto sorveglianza, nonché per il sequenziamento genomico nei laboratori pubblici abilitati”.

In sostanza “per l’esecuzione dei tamponi di fine isolamento e quarantena e di auto sorveglianza, in alternativa all’Azienda Sanitaria Provinciale, è prevista la possibilità di esecuzione di un test rapido antigenico o molecolare, presso gli erogatori pubblici e privati, anche in modalità domiciliare, autorizzati e riconosciuti come abilitati senza conferma del test Asp”.

L’ordinanza, già emanata da tre settimane nel Lazio, Toscana, Umbria e Marche, mira allo snellimento delle file di attesa ai vari drive-in per il test molecolare e alla “sburocratizzazione” del fine quarantena.