Covid-19, salgono i contagi: rischio Zona Arancione per la Calabria

Il tasso di positività in Italia ieri (26 dicembre, ndr) è all’11,5%: è raddoppiato rispetto al giorno precedente. E poi, dato evidenziato dalla Cabina di regia governativa «questa settimana a livello nazionale è stata superata la prima soglia critica di occupazione dei posti letto nelle Intensive».

La tendenza dei contagi in Italia è una curva che sale da oltre due mesi. L’aumento dei contagi viene definito dall’Iss «rapido e generalizzato». L’indice Rt è infatti al di sopra della soglia epidemica (1). Inoltre a livello nazionale l’incidenza settimanale ha superato la soglia di 350 casi per 100.000 abitanti.

Da zona gialla a zona arancione – Restano in questo momento in zona gialla sette regioni ma hanno tutte dati in peggioramento e si candidano, quindi, a entrare in zona arancione. Sono il Friuli-Venezia Giulia, Bolzano e Trento, Calabria, Veneto, Liguria e Marche.

Sono le regioni, già provate dal numero dei contagi e dal raggiungimento delle soglie critiche di ospedalizzazione. Il presidente del Veneto Luca Zaia dice che il problema dell’arancione si porrà tra tre settimane se si aggiungeranno altri mille pazienti a quelli già ricoverati. Come si entra in zona arancione? I parametri sono: terapie intensive occupate oltre o al 20% e ricoveri sopra al 30%.