Crolla il controsoffitto di una chiesa, nessun ferito

Il controsoffitto di una chiesa è crollato a Pizzoni, nell’entroterra della provincia di Vibo. Nei giorni scorsi il parroco con alcuni fedeli ha notato segni di cedimento sul controsoffitto della chiesa del Santo Rosario provvedendo a spostare la statua della Madonna per preservarla in un posto sicuro.

L’intuito di un possibile pericolo ha evitato così che il crollo potesse causare conseguenze ben peggiori. La caduta è comunque avvenuta in un momento in cui in chiesa non erano presenti fedeli.

In particolare, è crollato interamente il controsoffitto dell’abside, producendo danni ingenti ancora in corso di quantificazione, mentre il resto del tetto è rimasto visibilmente danneggiato.

I tecnici del Comune di Pizzoni e il sindaco, Vincenzo Caruso hanno garantito di “fare tutto il possibile per mettere in sicurezza la parte non caduta”. Tra le cause del crollo è possibile “l’azione corrosiva di qualche infiltrazione di acqua” in una chiesa che, nonostante alcuni lavori di sistemazione fatti in passato, evidenzia il peso degli anni necessitando di interventi strutturali.

Si narra che la chiesa del Rosario sia stata anche probabile rifugio del grande filosofo e frate domenicano Tommaso Campanella nei primi anni del ‘600, per sfuggire alla polizia spagnola che lo cercava dopo il fallimento della congiura.