Davoli – Impegno Comune risponde a Ripartiamo

davoliIl Gruppo Consiliare di maggioranza “Impegno Comune” nel rispetto di quanto asserito in campagna elettorale, di voler essere aperto a tutte le istanze che tendessero a dare un contributo alla buona amministrazione, sia che provenissero da singoli cittadini che da gruppi organizzati presenti o meno in consiglio comunale, ha accolto nell’immediato l’incontro del gruppo di minoranza “Ripartiamo”.
Dall’incontro avuto, è però emerso che questi non hanno voglia di far “ripartire ” il paese, bensì di tenerlo ancorato allo stato di degrado e inefficienza in cui lo abbiamo ereditato.
Affermare, come qualcuno di loro ha fatto, che sarebbe meglio perdere un finanziamento di un milione di euro, piuttosto che realizzare un’ opera (il completamento del lungomare, che ai loro occhi appare progettualmente a rischio erosione), ci sembra strumentale, demagogico e propagandistico.
Loro sanno benissimo che l’opera deve essere realizzata in brevissimo tempo, in quanto, diversamente, non rendicontando entro fine anno, il finanziamento andrebbe perso, per come previsto nella convenzione sottoscritta tra la regione Calabria e il comune di Davoli.
Ciò comporta che i lavori devono avere inizio il 1° di settembre ed essere completati entro cento giorni.
Qualsiasi variazione al progetto determinerebbe il dover acquisire di nuovo i pareri dalle autorità competenti e conseguentemente ritardare l’esecuzione dell’opera, con il gravissimo rischio di non rendicontare per fine anno, perdere il finanziamento e comunque dover pagare la ditta appaltatrice.
Inoltre: ci siamo detti favorevoli, perché l’avevamo già discusso in maggioranza, senza attendere il suggerimento “geniale” del gruppo di “Ripartiamo”: sugli arredi e pubblica illuminazione, ci stiamo già interessando per verificare la possibilità di cambiare i materiali, che essendo previsti identici a quelli già messi in opera nel tratto esistente (ma chi li aveva previsti? qualche amministratore illuminato?) certamente avrebbero una durata similare.
EMERGENZA RIFIUTI-Sulla problematica spazzatura, pur riconoscendo che le responsabilità non sono di questa amministrazione (bontà loro) insediatasi da qualche mese, hanno proposto anche in questo caso delle genialità sorprendenti, ovverosia di mettere dei contenitori in località Spataro a Davoli Marina e/o di accumulare i rifiuti in tale località.
Gli è stato risposto che i container erano già stati predisposti, e per quanto riguardava la soluzione dell’accumulo della spazzatura previa permeabilizzazione dell’aria, anche il sindaco Giuseppe Papaleo aveva pensato a tale soluzione, ma sconsigliato a procedere dal dipartimento ambiente della regione Calabria, se non si volesse incorrere in una denuncia per danno ambientale.
Pur tuttavia in quell’occasione (11/08/2015 ore 11) il sindaco Papaleo si è detto disponibile a correre il rischi, se dalla riunione dell’unione dei comuni (11/08/2015 ore 12:30) non fosse intervenuta una qualche soluzione alla drammatica emergenza.
Invero, nella riunione successiva all’incontro con il gruppo “Ripartiamo” avvenuta all’Unione dei Comuni, il sindaco Papaleo, ha chiesto ed ottenuto dagli altri sindaci presenti di inserire nella nota inviata alla Regione, ai Carabinieri ed alla Procura della Repubblica, che ove non si fosse intervenuto nell’immediato avremmo realizzato una discarica attrezzata dove conferire i rifiuti.
Purtroppo per loro, non hanno avuto la pazienza di aspettare, altrimenti avrebbero constatato che la diffida messa in campo ha sortito l’effetto sperato e la situazione si dovrebbe normalizzare nel giro di un paio di giorni.
Infatti stamani (ieri, ndr) è stato raccolto a Davoli Centro, intorno alle 13:30 è stato ripulito Piani di Bella, mentre poi è toccato alla zona a mare.
Oggi continueremo a raccogliere in localita Votarelle e sulla 106 confidando nei giorni successivi di portare il paese alla normalità.
Onestà intellettuale vorrebbe, che si dicesse grazie al sindaco Papaleo che ha fronteggiato una situazione gravissima, creatasi in tanti paesi della regione, non creata e voluta da questa maggioraza amministrativa ma subita, per inerzia e inefficienza di chi prima di noi ha gestito il comune di Davoli.
Noi saremo sempre disponibili al confronto con tutti, se dal confronto vengono idee che mirano allo sviluppo e alla crescita del paese: siamo stati votati per cambiare rispetto al passato, sia prossimo che remoto, ed è ciò che faremo in questi cinque anni.

ARTICOLO CORRELATO
Davoli – Nota del Gruppo Consiliare di minoranza “Ripartiamo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.