Davoli – Promosso? Forse con il 18 politico

davoli2Nei giorni scorsi, con una nota stampa, il circolo del PD davolese elogiava l’operato dei primi cento giorni dell’amministrazione Papaleo. Un plauso, quello del PD locale che non stupisce, considerato che il Sindaco è stato fino a pochi giorni fa anche il segretario dello stesso circolo del PD. In sostanza, verrebbe da dire che il segretario Papaleo plaude a se stesso!

Peccato che l’idea che, in questi mesi, i cittadini si sono fatti è ben diversa da quella del PD. Sono molti i Davolesi che si chiedono se le promesse, ampiamente dispensate in campagna elettorale, si tradurranno mai in realtà.

Il circolo del PD si entusiasma per le giornate ecologiche, ma tace sui problemi reali che riguardano Davoli. Non si parla di legalità (vedi il mancato rispetto delle quote rosa in giunta); si fa finta di non vedere il degrado cittadino (strade sporche, aree verdi e strutture appena realizzate abbandonate – come il Centro della Cultura con le piante del giardino già morte per mancanza di acqua e i condizionatori che non funzionano, banalmente, per il mancato potenziamento dell’energia elettrica). Non si parla, poi, dell’efficienza dei servizi, basti pensare all’acqua potabile che, a Davoli e nelle zone collinari, è stata razionata per tutta l’estate. Ancora, inspiegabilmente, non è iniziata la raccolta differenziata, nonostante il contratto con la ditta aggiudicatrice risalga al maggio scorso. A tal proposito, i cittadini devono sapere che quest’anno pagheranno 60.000 Euro in più  di spazzatura, proprio per la mancata partenza della raccolta differenziata (cosa si aspetta a mettere in mora la ditta che non rispetta i termini del contratto?). E l’attenzione per il territorio? Il  letto dei fiumi e dei fossi è ostruito da folta vegetazione, con grave pericolo di straripamento. Tutto questo sembra non interessare il Sindaco e la maggioranza che, invece, curano molto le giornate ecologiche e gli annunci su facebook, come se bastassero questi a risolvere i problemi di Davoli.

Amministrare è una cosa impegnativa e chi guida un paese deve dimostrare seriamente con i fatti, non con gli annunci e gli slogan, di saperlo fare. È il caso di ricordare ai cittadini che ci sono molti progetti importanti che attendono di essere portati a termine. Progetti che riguardano la viabilità (statale 106); la protezione civile, di cui il Sindaco è il primo responsabile, con le opere già programmate sui corsi d’acqua; i servizi, con il potenziamento delle sorgenti, l’installazione delle lampade a led per l’illuminazione pubblica e la realizzazione del depuratore consortile. Quello che, di concreto, l’Amministrazione Papaleo sta facendo è frutto del lavoro degli anni scorsi. È il caso del Lungomare, il cui finanziamento si deve esclusivamente al fattivo impegno della precedente amministrazione.

Anche i progetti che devono essere attuati, contenuti nella programmazione triennale recentemente approvata in Consiglio comunale, sono frutto della precedente amministrazione. Per usare uno slogan tanto caro al PD, speriamo che davvero l’amministrazione “cambi passo”. Noi saremo vigili, affinché si realizzino progetti concreti e realmente importanti per la nostra cittadina.

 Il Capo Gruppo
“Per il Futuro di Davoli”
 Antonio Corasaniti

ARTICOLO CORRELATO
Il PD Davoli sui primi cento giorni dell’Amministrazione Papaleo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.