Denunciata una coppia di Caulonia per abbandono di minori e maltrattamenti in famiglia

Poteva apparire come una banale lite di coppia ma, gli operatori della Polizia di Frontiera in servizio presso lo Scalo Aeroportuale di Lamezia Terme, in pochissimo tempo, hanno disvelato che nascondeva una vicenda ben più grave.

Nella tarda mattinata dell’ 11 marzo, gli agenti della Polaria di Lamezia Terme, impegnati in un normale servizio di vigilanza, insospettiti da urla concitate provenienti dalla postazione controllo della temperatura corporea sita nell’ingresso dell’Aeroporto, sono intervenuti per sedare una lite tra una coppia di giovani originari di Caulonia.

Nello stesso momento in cui intervenivano i poliziotti, l’uomo strattonava la donna e la scaraventava per terra con un violento schiaffo, dopo di che, gli Agenti, sedata la lite, approfondivano il motivo del contrasto e appuravano che l’uomo già in passato era stato artefice di brutali violenze nei confronti della stessa donna; inoltre, cosa più grave, i due avevano abbandonato, per tutta la mattinata, in casa, a Caulonia, i tre figli minori, rispettivamente di 8 anni, 6 anni ed, il più piccolo, di appena 18 mesi.

Pertanto, gli Agenti si prodigavano nel mettere in sicurezza i tre bambini, allertando immediatamente il Sindaco di Caulonia che inviava subito sul posto personale dei Servizi sociali insieme alla Polizia Locale.

Grazie all’intervento sinergico di tutti gli Enti coinvolti è stata, quindi, tempestivamente garantita la tutela dei piccoli lasciati soli in casa ed è stato scongiurato il pericolo che potesse accadere qualcosa di grave.

La coppia, V.A. di 30 anni 30 e P.E. di 34 anni veniva deferita all’Autorità Giudiziaria per abbandono di minori, mentre l’uomo è stato denunciato anche per il reato di maltrattamenti in famiglia, attesa l’accertata reiterazione di violenze e sopraffazioni nei confronti della donna.