Dieta, i consigli per dimagrire di farmacisti e medici

IMG_5162Ogni anno, in questo periodo, si registra nelle farmacie l’assalto ai prodotti dimagranti.  Anche in tempo di crisi, per alcune tipologie di consumi non si bada a spese, specialmente quando ci si prepara ad andare in vacanza.  Con l’arrivo della bella stagione è iniziato il countdown in attesa della temuta prova costume. Ma c’è chi deve fare i conti con la forma fisica, messa a dura prova dalle maratone alimentari della stagione invernale.

Si ripresenta così, puntuale, il tormentone della dieta per i golosi “pentiti” che vanno alla ricerca del miracolo “dimagrante”. C’è chi decide di seguire la via del digiuno e chi, invece, preferisce lasciarsi guidare dagli spot televisivi, che promettono risultati infallibili in poche settimane, proponendo rimedi a base di trattamenti farmaceutici e diete ipocaloriche.

La farmacista Emanuela Famularo conferma che in questi giorni si sta verificando un sensibile aumento nelle richieste di pillole e pappine dietetiche, “anche se- riferisce- c’è da dire che questi prodotti si vendono sempre. La dottoressa consiglia, però, di “controllare lo stile dell’alimentazione durante tutto l’anno, non una settimana prima di andare al mare”.  IMG_3530E suggerisce di “riscoprire la tanto ammirata e copiata dieta mediterranea. Uno stile di vita corretto prescinde da ogni dieta- dice la dottoressa – Non serve sperare nel miracolo dell’ultimo minuto.  Non esistono pillole dimagranti, così come non esiste l’integratore magico; esistono, invece, dei supporti ad un’alimentazione bilanciata. Quest’ultima, associata ad un’attività sportiva anche blanda, aiuta a perdere i chili in eccesso. Molto spesso questi supporti sono prodotti naturali, che sono efficaci e non danneggiano il nostro organismo; prodotti che in molti casi vengono studiati a fondo e garantiti dagli studi scientifici. Essi, perciò, non sono considerati dei classici integratori, ma rientrano nella fascia dei dispositivi medici. Anche i bambini spesso hanno problemi di obesità e sovrappeso, e ciò li può esporre, fin da piccoli, al rischio patologie serie in età adulta. Basta con i cibi pronti e le merendine- suggerisce  la dottoressa Famularo– è bene che questi alimenti siano l’eccezione e non l’ abitudine. Bisogna cercare, invece, di abituare i bambini a mangiare bene e a fare attività fisica. Comunque, qualora il medico pediatra ritenga necessario un intervento di supporto, anche per i più piccoli esistono prodotti naturali, sicuri ed efficaci”.

La farmacista Carmen Roperto consiglia di “orientarsi su cinque pasti al giorno, colazione, pranzo e cena intervallati da due spuntini, contenenti tutti e tre i macronutrienti, cioè proteine, carboidrati e grassi. Ma i carboidrati- raccomanda- devono avere un basso impatto glicemico. E’ consigliabile, di norma, non far passare più di quattro ore da un pasto all’ altro. E’ bene, inoltre, ridurre pane e pasta, sostituendoli con fonti alternative di carboidrati, come le verdure”.

Contro le diete drastiche “fai da te” è anche Luigi Cugnetto, medico di base: “Si tratta del solito rimedio dell’ultima ora per perdere peso, perché spesso si pensa alla bellezza più che alla salute- dice il dottore – A difendere la forma fisica bisogna pensarci tutto l’anno, prepararsi in modo equilibrato e costante, alternando un’ alimentazione sana ad una moderata attività fisica giornaliera”.

Antonella Mongiardo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.