Diplomi facili al costo di 3mila euro, indagini anche in Calabria

“Ti piace il diploma facile?”, al costo di tremila euro. Le indagini della Procura di Vallo della Lucania si sono concentrate sul sistema rodato per garantire diplomi facili al costo di tremila euro messo in piedi da un’organizzazione con base nel Salernitano. Un giro d’affari per un milione di euro che coinvolge 40 province dove sono scattate 340 perquisizioni.

Il diploma conseguito senza frequentare i corsi e falsificando i verbali di esami, che risultavano sostenuti ma solo sulla carta. Il sistema era collegato ad alcuni istituti scolastici, di base nel Salernitano e dalle indagini è emerso che alcune scuole di Castellabate si sarebbero prodigate per il conseguimento facilitato di titoli di studio. Una vera e propria struttura piramidale; c’era chi si occupava di far ottenere i diplomi dietro pagamento di 3mila euro, chi li consegnava e chi falsificava i verbali degli esami. In una sessione straordinaria di prove avrebbero preso parte 300 candidati, tutti magicamente risultati idonei e diplomati.

Le perquisizioni hanno riguardato le province di Salerno, Caserta, Napoli, Avellino, Benevento, Udine, Biella, Vicenza, Verona, Torino, Brescia, Asti, Lecco, Mantova, Novara, Varese, Milano, Monza, Como, Imola, Bologna, Bergamo, Genova, La Spezia, Parma, Reggio Emilia, Modena, Lucca, Perugia, Cuneo, Chieti, Firenze, Prato, Roma, Viterbo, Potenza, Cosenza, Reggio Calabria, Trapani, Cagliari, Latina e Rieti.