Domani alla facoltà di Sociologia di Catanzaro giornata di studi su “Giustizia riparativa, famiglia, lavoro”

Incontro promosso dalla Life Communication in preparazione all’evento televisivo “Nella memoria di Giovanni Paolo II” che torna a Catanzaro

Un grande momento di incontro e di dibattito in preparazione all’evento televisivo “Nella memoria di Giovanni Paolo II”, promosso dalla Life Communication e giunto alla sua tredicesima edizione. Si terrà domani, venerdì 1 dicembre, a partire dalle ore 9,30, presso la sede della facoltà di Sociologia di Catanzaro, in via Scesa degli Eroi, la giornata di studi sul tema “Giustizia riparativa, famiglia, lavoro. Un itinerario di fede e di ragione, per la valorizzazione dell’uomo da Giovanni Paolo II a Francesco”. L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con Prison Fellowship Italia – realtà impegnata da anni nel recupero e nella riqualificazione dei detenuti anche attraverso l’evangelizzazione delle carceri – e il Dipartimento di Sociologia dell’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Alla giornata offriranno il proprio contributo diversi illustri relatori del mondo istituzionale, accademico e cattolico tra cui, in particolare, José Maria La Porte (Decano Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale Pontificia Università della Santa Croce Roma), Giacomo Ebner (Magistrato Direzione Generale delle Risorse per l’Attuazione dei Provvedimenti del Giudice Minorile), Rev. P. Paulo César Barajas García (incaricato della pastorale carceraria Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale). La giornata sarà “l’anteprima” speciale dell’evento “Nella memoria di Giovanni Paolo II” che, nato a Catanzaro, tornerà quest’anno ad essere ospitato nella città Capoluogo della Calabria con il significativo supporto del Pontificio Consiglio per la nuova evangelizzazione della Santa Sede, della Conferenza Episcopale Italiana-Fondazione dello spettacolo, della Fondazione Giovanni Paolo II-Centro studi e documentazione del Pontificato, del Dicastero per la valorizzazione integrale dell’uomo ed il patrocinio della Regione Calabria e del Comune di Catanzaro.

La manifestazione – che sarà oggetto di una produzione televisiva diffusa a livello nazionale – rientra nell’ambito della collaborazione avviata dalla Life Communication con il Ministero della Giustizia-Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità attraverso la realizzazione di un percorso rieducativo e formativo rivolto ai giovani detenuti, che quest’anno sarà arricchito anche da un approfondimento dedicato agli adulti della casa circondariale di Catanzaro. “L’obiettivo della manifestazione – ha commentato Domenico Gareri della Life Communication – è quello di stimolare l’attenzione sui temi della prevenzione e della responsabilità a partire dall’insegnamento lasciatoci da Giovanni Paolo II sull’importanza della conoscenza dell’altro e dell’attenzione al diverso per giungere a proposte concrete, in una società che fatica a trovare punti di riferimento. E’ fondamentale la costruzione di una rete attraverso il coinvolgimento degli operatori di tutti i settori coinvolti perché solo attraverso la cooperazione e il confronto interdisciplinare è possibile promuovere i valori della solidarietà, dell’integrazione e della pace”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.