Donna uccisa con colpo alla testa, arrestata figlia 17enne

Una studentessa di 17 anni è stata arrestata dai carabinieri a Melito Porto Salvo per l’omicidio della madre, un’infermiera di 44 anni uccisa il 25 maggio scorso con un colpo d’arma da fuoco alla tempia. Dopo il delitto i carabinieri sono riusciti a ricostruire l’accaduto con le responsabilità della ragazza. I carabinieri, infatti, in un primo momento avevano trattato la vicenda come un caso di suicidio.

lla diciassettenne è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare. La minore è accusata di omicidio aggravato dai motivi abbietti e futili. La ragazza, terminate le formalità, è stata portata, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Reggio Calabria, in un istituto penitenziario minorile fuori dalla Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.