Due bar frequentati da pregiudicati, chiusi dai carabinieri

 I carabinieri della compagnia di Rende hanno proceduto alla sospensione dell’attività commerciale di due bar ad Acri, con la conseguente chiusura per la durata di 15 giorni per uno e di 7 per l’altro.Il provvedimento, emesso dal Questore della provincia di Cosenza, scaturisce dai reiterati accertamenti eseguiti dai militari dell’Arma per le violazioni riscontrate.

I due esercizi commerciali, secondo gli inquirenti, costituirebbe un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, in quanto luoghi di ritrovo abituale di pregiudicati e di avventori gravati da innumerevoli precedenti penali e di polizia.

Inoltre il titolare degli esercizi in questione, era stato arrestato dopo il rinvenimento in quei locali di ingenti quantitativi di droga.

Questi presupposti hanno determinato anche la sospensione di tutte le attività connesse, in particolar modo del gioco d’ azzardo oltre che quella relativa alla somministrazione di alimenti e bevande.