Due giovani calabresi beccati sull’A1 con 300mila euro in contanti nascosti in un doppio fondo

Viaggiavano in auto con 300mila euro in contanti nascosti in un doppiofondo. E’ quanto scoperto dalla polizia stradale di Arezzo che ha fermato l’automobile per un controllo sull‘autostrada A1, all’altezza dell’area di servizio di Lucignano (Arezzo). A bordo due 25enni di calabresi di Bovalino che sono stati denunciati perché non hanno saputo giustificare la provenienza del denaro.

La somma è stata sequestrata insieme all’auto. Il mezzo è stato riconosciuto perché era già stato fermato e controllato pochi giorni prima, sempre nell’Aretino. In quell’occasione alla guida della Citroen c’era un 25enne, ignaro della scoperta fatta dagli investigatori che si erano invece accorti, senza farsi notare, che sotto il sedile del conducente c’era un doppiofondo, al momento vuoto, e si erano aappuntati targa e modello dell’auto.

Quando l’auto è stata nuovamente fermata i poliziotti hanno controllato il doppiofondo scoprendo otto panetti, confezionati come se fossero pieni di droga, contenenti 300mila euro in banconote di vario taglio. A nulla sarebbe valso anche il promemoria impostato sul navigatore dopo l’ultimo controllo, con un alert inserito nella zona di Civitella Val di Chiana, definita zona a rischio.