Emergenza Coronavirus a Badolato: “Buoni spesa” subito nelle tasche di chi ha bisogno!”

Dei 400 milioni di euro che il Governo nazionale erogherà ai Comuni come ulteriore intervento per far fronte alla situazione emergenziale COVID-19, il Comune di Badolato ne riceverà circa 27.267,94 di cui 15.581,30 per di buoni spesa, utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti nell’elenco pubblicato da ciascun Comune nel proprio sito istituzionale, e 11.686,65 per l’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità.

Ebbene, ci auspichiamo che tali risorse vadano subito e direttamente nelle tasche delle famiglie che ne hanno bisogno e che venga quindi individuato, dagli organi preposti, l’iter procedurale più facile e veloce per il raggiungimento dell’obiettivo.

L’Amministrazione Comunale di Badolato, per individuare la platea dei beneficiari, potrà e dovrà confrontarsi con i Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni “Versante Ionico”, così come previsto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e dal nostro punto di vista dovrà solo consultare anche i gruppi di volontariato, quale la Caritas parrocchiale e referenti territoriali del “Banco Alimentare” (soggetti che in questi giorni, e da sempre, hanno egregiamente gestito l’emergenza di molte persone, dando loro un importante supporto) che potrebbero indicare le situazioni critiche di cui sono a conoscenza, nonché le esigenze reali di diverse famiglie.

Ma bisogna andare oltre la classica platea già nota a Servizi Sociali e organizzazioni di volontariato. Non c’è tempo da perdere! Questa crisi ha già messo in ginocchio molte famiglie che prima di oggi non hanno avuto bisogno di sostegno.

Come Associazione – e qui invitiamo tutte le altre a farlo – riteniamo anche opportuno e doveroso sostenere attivamente le iniziative quali “carrello/spesa solidale” avviate dalla Caritas o da altre associazioni/organizzazioni territoriali. Crediamo fortemente che queste iniziative siano utili ad aiutare concretamente ed urgentemente tutti coloro che sono in difficoltà e che al momento potrebbero risultare “invisibili” a tanti.

Speriamo, inoltre, che seguiranno altre misure pubbliche e stateli a sostegno delle famiglie al fine di superare al meglio la drammatica situazione che stiamo vivendo. Bisognerà aiutare tante famiglie a far fronte anche a pagamenti di bollette, affitti ed altre spese familiari. E se la situazione si protrarrà tragicamente anche nei prossimi mesi, bisognerà pensare, inoltre, alla sospensione delle tasse.

Oggi, però, bisogna però intervenire subito provando a bypassare eventuali intermediazioni limitanti o pastoie burocratiche che rallenterebbero tempi e modalità di assegnazione diretta dei “buoni spesa”.

La gente ha bisogno di un sostegno economico concreto e immediato, con un contributo diretto e con un eventuale giusto e adeguato “buono spesa” una-tantum a famiglia.

(Note: un ringraziamento a parte, infine, va fatto qui anche al Comitato Operativo locale della Croce Rossa ed al Comune di Badolato per l’importante servizio di assistenza domiciliare che si sta portando avanti, – in questi giorni d’emergenza sanitaria e di concerto con Botteghe e Farmacie del nostro paese – con consegne di cibo e medicinali presso le case di anziani, indigenti e famiglie in uno stato di forte bisogno!).

 Associazione di Promozione Sociale “MaMa” di Badolato (CZ)