Emergenza Coronavirus, che disastro caro Sindaco!

Denunci che la situazione è fuori controllo, che potrà esserci una strage, che non si sa dove portare gli eventuali nostri ammalati, che qualcuno per forza bisognerà lasciarlo morire, che siamo schiavi con le catene ai piedi, che non sappiamo che fine farà il ns ospedale, che non abbiamo tamponi, (mentre altrove in 20 giorni si realizzano interi ospedali) che siamo complici di questa strage e concludi dicendo

“ la colpa è nostra che ancora non ci ribelliamo”.

Caro Sindaco non ci possiamo permettere il lusso questa volta di pensare che ci sia un coronavirus di dx e uno di sx, di lotta o di governo, non potrà più essere possibile pensare che il Sindaco di dx dovrà per forza sentirsi obbligato a difendere l’operato della giunta regionale così come quello di sx non dovrà d’ufficio difendere il lavoro del governo centrale.

Onestà intellettuale dunque, perchè c’è un solo nemico che si chiama Coronavirus dal quale tutti, proprio tutti dobbiamo difenderci.
Io mi ribello, come penso tutti i cittadini del nostro comprensorio, per difendere il valore della vita!
Per cui t’invito, ad intraprendere qualsiasi azione di lotta volta a fronteggiare almeno nell’immediato l’emergenza di questa grande e immane sciagura. Noi ci saremo.

Antonio Pittelli
E il gruppo dei Sognattori