Emergenza Coronavirus, il nuovo bollettino della Protezione civile. I dati Regione per Regione

L’ultimo bollettino nazionale arriva della Protezione civile in una conferenza stampa che si è tenuta senza il commissario per l’emergenza Coronavirus. Angelo Borrelli, ha la febbre, è stato sottoposto al tampone di cui si attendono i risultati.

A sostituirlo Agostino Miozzo, direttore del dipartimento di Protezione civile. Secondo il nuovo bilancio, sono 3.491 i casi positivi in più, 683 nuove vittime che porta il totale a 7.503. Mentre il numero delle persone attualmente positive sale così 57.521 a pazienti.

Dati più confortanti rispetto al bilancio di ieri, 24 marzo, si registra infatti un calo sia per quanto riguarda le nuove vittime che i casi positivi in più. Complessivamente sono state colpite dal virus 74.386 persone in Italia, 5.210 persone in più rispetto a ieri, quando i casi totale erano 69.176. Quanto alle guarigioni, nelle ultime 24 ore sono guariti 1.036 pazienti, per un totale di 9.362. I pazienti ricoverati in strutture ospedaliere con sintomi sono 23.112, di cui 3.489 in terapia intensiva. 30.920 sono invece le persone in isolamento domiciliare in tutta Italia.

I deceduti fino a ieri erano in tutto 6820, oggi se ne aggiungono 683, per un totale di 7.503. I casi positivi fino a ieri erano 54.030 per un totale di 69176 persone colpite. Nel dettaglio, nel precedente punto della Protezione civile, c’erano 19.868 contagiati in Lombardia, 7711 in Emilia-Romagna, 5351 in Veneto, 5124 in Piemonte, 2497 nelle Marche, 2519 in Toscana, 1692 in Liguria, 1545 nel Lazio, 992 in Campania, 848 in Friuli Venezia Giulia, 975 nella Provincia autonoma di Trento, 699 nella Provincia autonoma di Bolzano, 940 in Puglia, 799 in Sicilia, 622 in Abruzzo, 624 in Umbria, 379 in Valle d’Aosta, 395 in Sardegna, 304 in Calabria, 91 in Basilicata e 55 in Molise.