Emergenza incendi nel soveratese, sale la protesta dei cittadini

“Invitiamo la popolazione a un sit in di sensibilizzazione e protesta affinché le istituzioni richiedano l’intervento immediato, straordinario e definitivo per lo spegnimento dei roghi”.

“Da 12 giorni il comprensorio del basso Ionio catanzarese, dal mare alla montagna, sta bruciando ininterrottamente: parliamo di migliaia di ettari di bosco, ulivi secolari, macchia mediterranea. Il danno ambientale ed economico è inestimabile e senza precedenti per il nostro territorio, con conseguenze sulla salute pubblica”.

“È inaccettabile che con le tecnologie a disposizione (immagini satellitari, Canadair, elicotteri, sostanze ritardanti, ecc.) tutto bruci senza che l’intervento delle istituzioni sia in grado di spegnere questo inferno di fuoco. Chiediamo lo stato di calamità naturale conseguente a questo disastro ambientale”.

“APPUNTAMENTO A BADOLATO MARINA, OGGI, 11 AGOSTO, PIAZZA TROPEANO ORE 18:00”. Si legge in un post su Facebook di un gruppo di cittadini del comprensorio esasperati e preoccupati per gli incendi che imperversano nel soveratese.