Emergenza incendi, situazione drammatica a Isca sullo Ionio

Isca sullo Ionio – Oggi 11 Agosto 2021 il mio paese è stato circondato da colonne di fuoco che hanno distrutto ettari di vegetazione, monti, colline, piantagioni, sacrifici e forse pure i sogni di chi ancora riusciva a sperare.

Cosa siamo se abbiamo il coraggio di annientare il nostro territorio?
La Calabria brucia e perde la sua anima che è fatta prima di tutto dai borghi dell’entroterra e dal lavoro instancabile di chi si dedica alla natura.

Abbiamo sotto gli occhi uno scenario quasi post bellico, le colline attorno a Isca sono state arse, il fuoco ha lambito la Chiesa della Ss.ma Annunziata e messo a serio rischio le abitazioni e la gente del posto. Mentre i turisti scappavano verso il mare, solo gli abitanti del borgo con la guida del Sindaco e dei suoi collaboratori (vigili e protezione civile) hanno domato le fiamme che stavano per entrare nel territorio abitato.

Cosa rimane di noi se abbiamo il coraggio di annientare la nostra terra, il riflesso dei nostri antenati?
Dove andrete ora che avete bruciato tutto?
La terra Desolata.

C.M.