Erasmus+, mobilità a Cipro per 10 studenti dell’ITT Malafarina di Soverato

Dal 27 marzo al 2 aprile, nell’ambito dell’Accreditamento Scuola Erasmus+, è stata data la possibilità a 10 studenti dell’Istituto Tecnico Tecnologico Giovanni Malafarina, diretto dal prof. Domenico Servello, di recarsi a Cipro. Daria Maria Arcuri, Benedetta Chiefari, Chiara De Franchis, Serena Gallace, Matteo Grande, Gabriele Marinaro, Giulia Francesca Mazzotta, Luca Natali, Aurora Sinopoli e Wenya Zhang, accompagnati dal vicepreside Andrea Natali sono stati abbinati a 10 studenti della “English School” di Nicosia ed, in pochissimo tempo, sono diventati un solo e affiatatissimo team, rendendo la mobilità unica nel suo genere.

Nel frattempo la Coordinatrice del team Erasmus Savina Moniaci, assieme alla Coordinatrice del Dipartimento di Asse dei Linguaggi e Asse Storico Sociale del triennio Sandra Macrina, sono state impegnate in una proficua attività di jobshadowing nella prestigiosissima scuola cipriota, diretta magistralmente da David Lambon, affiancando brillanti professionisti come Emily Papandreou, Shura Economou, Yiannis Georgiou, Areti Hadjigeorgiou, Emily Protopapa, Katerina Ralli, Maria Papagapiou e Anna Melis nelle loro lezioni e avviando confronti costruttivi in merito alle metodologie e ai sistemi di valutazione adottati.

L’Accreditamento ha dato l’opportunità di trattare tematiche afferenti le priorità della Commissione Europea quali l’Inclusione, la Sostenibilità Ambientale, l’Europeizzazione e lo sviluppo delle abilità di base volte ad implementare lo spirito imprenditoriale degli studenti. Presentazioni ed interventi di specialisti nei vari settori si sono alternate a diversi workshop e a lezioni curriculari.

La coordinatrice cipriota Leoni Hadjithoma ha invitato il Delegato della Rappresentanza della Commissione Europea a Cipro e membri delle associazioni Hope for Children e Generation for Change, impegnando le delegazioni in attività coinvolgenti come “Volunteer for a day”, mirata alla preparazione di pacchi umanitari per i rifugiati e per i bisognosi e la pulizia delle spiagge di Larnaca.

Alcuni studenti avevano già preso parte ad altri progetti Erasmus, per altri invece è stata la prima esperienza. Le mobilità Erasmus assumono ogni volta una connotazione unica e, in questo caso, lo si deve all’accoglienza che è stata riservata alla scuola soveratese dallo staff e dagli studenti della English School. Seppure breve, questo viaggio è riuscito ad andare oltre il suo obiettivo originario: grazie Ms Leoni e grazie Alikii, Marlen, Klimis, Leni, Ektoras, Costantinos, Georgia, Dafne, Fotini, Euripides: l’Istituto Tecnico Tecnologico G. Malafarina custodisce ricordi preziosi in attesa di ospitarvi il prossimo autunno.

Chiara De Franchis