Esce dal coma il 33enne colpito dal fulmine sulla spiaggia di Soverato

Si è svegliato dal coma e adesso respira autonomamente, il 33enne, originario di Bergamo, che lunedì scorso è stato folgorato da un fulmine, mentre si trovava assieme alla sua famiglia sulla spiaggia di Soverato, in vacanza.

Le sue condizioni, che erano apparse molto gravi, sono in lieve miglioramento: è stato estubato, reagisce agli stimoli, parla anche se con difficoltà, ma la prognosi resta riservata, essendo ancora ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Pugliese-Ciaccio.

L’uomo era stato trasferito d’urgenza nel nosocomio catanzarese, assieme al figlio di 3 anni, che teneva in braccio al momento dell’incidente. Il piccolo, che ha riportato delle ustioni, ora è fuori pericolo.