Escherichia coli oltre i limiti: scatta il richiamo delle cozze specialità “Muscolo spezzino”

L’avviso di richiamo del ministero della Salute per rischio microbiologico dei mitili del Golfo della Spezia

Rischio microbiologico per Escherichia coli. Questo il motivo che ha spinto ieri, 15 novembre, il Ministero della salute a diffondere un avviso di richiamo di un lotto di cozze della specialità “Muscolo Spezzino” per la presenza di Escherichia coli. Il prodotto interessato è venduto in sacchetti di rete da circa 10 kg e confezioni commerciali da 15 kg, con il numero di lotto 04-11-19 FL. Le cozze richiamate sono trattate dalla COOP.MITILICOLTORI ASSOCIATI ARL in provincia di La Spezia, nello stabilimento di via S. Teresa n 21 a Lerici.

A scopo cautelativo e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare le cozze con il numero di lotto segnalato e restituirlo al punto vendita dove sono state acquistate. Il rischio, rilanciando le raccomandazioni del Servizio di Igiene degli Allevamenti e delle produzioni zootecniche, è che i mitili prelevati abusivamente possano esser commercializzati al di fuori dei canali legali, mettendo a grave rischio la salute dei consumatori.

Mentre i molluschi acquistati esclusivamente attraverso “canali autorizzati all’interno di sacchetti con etichette che ne riportano la provenienza, possono essere acquistati in sicurezza”. La specialità delle cozze “Muscoli spezzini” è allevata nel Golfo della Spezia, nel tratto di mare compreso tra il parco delle Cinque Terre e il parco del Magra, nel mare di Lerici.