Esperienza Erasmus Vet in Bulgaria per l’I.T.T. “G. Malafarina” di Soverato

Nella città di Vratsa (Bulgaria) dal 20 al 25 marzo 2022 hanno avuto luogo i training sulla Programmazione Orientata agli Oggetti in C++ per studenti e staff nell’ambito del progetto Erasmus+ Innovative Information Techologies in the modern VET School.

L’I.T.T. ”G. Malafarina di Soverato, presieduto dal dirigente prof. Domenico Agazio Servello, era presente con una delegazione di 2 alunni, Veronica Vecchio e Salvatore Montepaone, guidati dal docente Claudio Cherubino e dall’a.t. Vittoria Gregorace.

Dopo la presentazione delle diverse delegazioni provenienti da Italia, Serbia, Turchia, Portogallo, Bulgaria, le attività didattiche e progettuali, sono state introdotte dalle esperte informatiche Petya Mironova e Marieta Tsoleva nella scuola “N. Yonkov Vaptsarov High School di Vratsa. I successivi workshop hanno consentito ai vari team di partecipare ad una competizione internazionale nel corso della quale hanno applicato i principi di programmazione orientata.

La mobilità è stata caratterizzata da una visita suggestiva alle grotte di Ledenika e alla capitale bulgara il cui fascino della città è alimentato dalle numerose chiese, dalle vie pittoresche, dai musei che la rendono un’attrattiva turistica con un fermento che si allinea a quello delle altre capitali dell’Est Europa.

Grande entusiasmo ha suscitato, inoltre, la visita al Museo della Scienza TechnoMagicLand, un luogo affascinante, divertente e sorprendente: 400 metri quadrati pieni di illusioni avvincenti avvolti in un’atmosfera straordinaria. Un luogo dove le illusioni incontrano le invenzioni scientifiche e l’arte, dove fisica e ottica si esibiscono insieme a misteriose opere d’arte e a classici enigmi.

L’eccezionale esperienza educativa è stata arricchita dall’intrattenimento interattivo: disegnare con la luce, creare ombre e momenti indimenticabili in un mondo capovolto.

I ragazzi, hanno ampliato le loro conoscenze sulla cultura degli altri paesi, hanno migliorato le loro competenze tecniche e linguistiche, tutto questo grazie al preside prof. Domenico A. Servello, da sempre promotore dell’integrazione sociale e culturale e all’impegno della coordinatrice Erasmus, Savina Moniaci che porta avanti questi progetti con grande dedizione e professionalita’

E’ stata un’esperienza entusiasmante che ha stimolato docenti e discenti ad impegnarsi in una formazione permanente ed a confrontarsi con colleghi e scuole di altri Paesi. Da questa mobilità, si è tornati con una maggiore consapevolezza di quanto si può apprendere attraverso gli scambi culturali: competenze, relazioni, approfondimenti linguistici, emozioni da rivivere attraverso le centinaia di foto scattate per fissare i momenti salienti. Esperienze di vita che cambiano il modo di pensare, a livello professionale, sociale, culturale, affettivo e nel segno della costruzione di un’Europa più unita.

Vittoria Gregorace