Famiglia sterminata dal covid a Botricello, proclamato il lutto cittadino

Bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio. Proclama il lutto cittadino il sindaco del comune di Botricello, Michelangelo Ciurleo, cittadina in provincia di Catanzaro colpita da una lunga scia di decessi provocati dalla diffusione del covid.

Ieri è infatti spirata una donna di 54 anni da tempo ricoverata nel reparto di Terapia intensiva dell’azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro, da dove erano transitate prima di morire anche la sorella e la mamma. Tre vittime falciate dal covid appartenenti allo stesso nucleo familiare nel giro di venti giorni.

«Interpretando il sentimento di dolore, sgomento e profonda commozione della popolazione di Botricello per i nostri concittadini vittime del Covid-19» scrive il primo cittadino in una ordinanza firmata questa mattina, «proclama il lutto cittadino per domani 7 maggio».

Il sindaco dispone l’esposizione di bandiere a mezz’asta nella sede comunale e negli uffici scolastici come segno tangibile del lutto cittadino e il rispetto di un minuto di silenzio alle ore 10. In tal senso, tutti i cittadini, le istituzioni pubbliche e le scuole sono invitate ad esprimere la loro partecipazione al lutto cittadino con un minuti di raccoglimento e di rispetto alle vittime del covid e alle loro famiglie.