Fase 2, Uil: “Perché le mascherine in Calabria non sono gratis?”

“La Presidente Santelli, in questa Fase 2, continua a mandare ai calabresi messaggi fuorvianti”. Lo afferma il segretario generale della Uil Calabria, Santo Biondo, che spiega: “La Regione non ha ordinato l’utilizzo obbligatorio della mascherina, perché l’uso obbligatorio presuppone la possibilità di distribuirla ai cittadini. Questo è quanto ha dichiarato la Presidente Santelli da Fabio Fazio a “Che Tempo che Fa”.

“In Campania – aggiunge – non solo l’utilizzo della mascherina è obbligatorio, ma la Regione provvede a distribuirla gratuitamente ai cittadini. Questo è quanto ha dichiarato, nell’ambito della stessa trasmissione televisiva, il Presidente della Regione Campania, De Luca. Ora – domanda Biondo – perché in Calabria le mascherine non si possono distribuire e non possono essere fornite gratuitamente ai cittadini (misura sociale che come Uil abbiamo chiesto alla Regione) e in Campania sì? Sarebbe interessante capirlo”.

“Ma al di là di chi paga – chiede ancora – può la Regione derogare alla obbligatorietà dell’uso della mascherina e affidarsi al solo comune buon senso se, invece, questo dispositivo di protezione individuale è considerato dalla comunità scientifica fondamentale nel contrasto alla diffusione del virus?”.