Ferisce la moglie con ascia e mattarello, 73enne arrestato

Quattro punti di sutura per una donna aggredita dal marito. Solo il pronto intervento dei carabinieri ha evitato il peggio.

A Reggio Calabria, infatti, i militari hanno arrestato un pensionato 73enne, con precedenti di polizia per reati contro la persona e in materia di armi, per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate, minacce aggravate e detenzione illegale di arma bianca.

I militari dell’Arma della stazione Archi sono intervenuti dopo la richiesta del figlio dell’uomo, un 51enne che abita al secondo piano del fabbricato che è abitazione dei genitori; l’uomo non è riuscito a impedire, nonostante una breve colluttazione, che il padre colpisse alla testa la madre, una donna di 72 anni, casalinga.

Il 73enne prima ha utilizzato un mattarello e poi un manico di un’ascia, fino all’intervento dei carabinieri che lo hanno bloccato. La donna è stata immediatamente trasportata al pronto soccorso, e curata per un forte trauma alla regione frontale con l’applicazione di 4 punti di sutura.

La 72enne ha denunciato per la prima volta i maltrattamenti ripetuti nel tempo. I militari dell’Arma hanno sottoposto a sequestro il mattarello, il manico dell’ascia nonché una katana rinvenuta nell’appartamento (quest’ultima detenuta illegalmente). L’anziano marito è ora ai domiciliari presso abitazione della figlia.