Fibrosi cistica, aiuta la ricerca e vinci una bici firmata Max Lelli

bici max lelli_ briganteGuido, Cristina, Antonio e tanti altri non ce l’hanno fatta: anche per loro la ricerca deve proseguire. Per trovare una cura definitiva alla fibrosi cistica e dare una speranza a chi ne è affetto. A ottobre, anche in Calabria arriveranno i ciclamini della ricerca, iniziativa promossa dalla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – onlus. Intanto, già ora, fino al 25 ottobre, è possibile acquistare il libro ‘Bike Tour. Pedalando per la ricerca’ (15 euro) e partecipare all’estrazione di Brigante, una bicicletta da corsa high tech firmata dal pluricampione italiano Max Lelli. Il ricavato sarà interamente devoluto al progetto di ricerca clinica FFC 27/2014

Il libro racconta il giro in bici fatto in Italia da Davide Cassani, Fabrizio Macchi, Massimiliano Lelli Iader Fabbri e Matteo Marzotto, proprio per sostenere la ricerca e infondere speranza a chi è affetto dalla fibrosi cistica e alle loro famiglie. Il giro ha toccato anche la Calabria e ha incontrato i numerosi volontari che si impegnano a sostegno della ricerca.

bike tour e ciclisti a soveratoAcquistando il libro e inviando la cartolina, è possibile partecipare all’estrazione e vincere Brigante, una bicicletta da corsa high tech firmata dal pluricampione italiano Max Lelli, accessoriata con telaio in carbonio, gruppo completo Shimano Ultegra 11v, manubrio e reggisella carbonio FSA, ruote T42 Vision, copertoni Continental, sella Prologo.

La fibrosi cistica colpisce un neonato su 2500: ogni settimana quattro bambini si scoprono essere affetti da questa malattia per la quale non esiste una cura definitiva. La loro vita sarà segnata da difficoltà a respirare, continui ricoveri in ospedale, aerosol, fisioterapia respiratoria quotidiana, pillole ingerite per digerire: la ricerca è importante per migliorare la qualità e le aspettative di vita e trovare una cura definitiva. Negli anni Sessanta i bambini non superavano l’infanzia, oggi i bambini affetti dalla fibrosi cistica hanno un’aspettativa media di vita intorno ai 40 anni: la ricerca deve andare avanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.