Fienile in fiamme nel catanzarese, colpito un dirigente della Coldiretti

Un capannone adibito a fienile che conteneva circa mille balle di fieno e altri attrezzi agricoli è stato distrutto da un incendio avvenuto la scorsa notte a Nocera Terinese. La Polizia ha avviato subito delle indagini ma pare non vi siamo dubbi possa trattarsi di un incendio doloso. Proprietario del capannone è Giuseppe Ruperto, presidente della Cooperativa Agricola “Le Macchie” di Nocera Terinese, nonché dirigente della Coldiretti.

Ruperto, leader del comitato “Ricostruiamo il Ponte sul Savuto”, è stato protagonista di tante battaglie e denunce mettendosi in prima linea nella tutela del territorio ed al fianco degli agricoltori in diverse azioni di contrasto dei fenomeni di agromafie. Solidarietà è scattata subito dalla Coldiretti tutta e dal Presidente Pietro Molinaro: “Nel ringraziare Giuseppe per quanto ha fatto e che non si è mai tirato indietro quando le cose si sono fatte difficili – ha affermato il numero uno degli agricoltori – esprimiamo a lui e alla sua famiglia, una solidarietà senza confini, ma già stiamo operando offrendo la più ampia e concreta collaborazione. Siamo altresì certi che gli organi inquirenti faranno piena luce sull’accaduto e restituiranno la giusta serenità al territorio”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.