Formaggio contaminato e ritirato dai negozi per Listeria: quale lotto è a rischio

Il Ministero della Salute ha emanato un richiamo che riguarda un’prodotto alimentare italiano. Si tratta del formaggio con denominazione di vendita Latteria Valcontadino a marchio Ciresa srl. Le autorità sanitarie invitano a non consumare assolutamente il lotto segnalato a causa di una contaminazione molto pericolosa per l’uomo.

A far scattare il ritiro, come spiega anche il sito del dicastero, è stata la presenza di Listeria monoctygenes, un batterio che può essere nocivo per la salute. L’infezione si manifesta con sintomi a carico del sistema gastrointestinale, ma può causare ad anziani e immunodepressi meningite o portare ad aborti e parti prematuri in caso di donne in gravidanza.

Il lotto interessato dal ritiro è stato venduto in tutti i supemercati in forma intera da 7 kg sfusa, non confezionata, con incarto protettivo e numero identificativo 4027 con termine di scadenza 18/06/22 e 01/07/22.

Il formaggio è prodotto dall’azienda Ciresa srl (03 165) nello stabilimento attivo in via V. Emanuele II n 62 a Introbio nella provincia di Lecco in Lombardia.

Per precauzione, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto e il termine minimo di conservazione segnalato. Qualora siate in possesso di una rimanenza di formaggio, potete restituirla al punto vendita e verrà sostituita gratuitamente.