Fulmine sulla spiaggia di Soverato, Francesco è fuori pericolo e sta bene

Martina, Federico ed Anna sono a casa in degenza e stanno bene. Grazie a tutti coloro che ci sono stati accanto abbiamo sentito tutto il calore, l’umanità e solidarietà che ci ha dato la forza in tutto e per tutto.

Grazie all’ospedale Pugliese di Catanzaro per la professionalità e la determinazione con cui hanno agito e curato i miei cari.
In particolar modo alla terapia intensiva che si è dimostrata un’eccellenza nel suo campo.
La sanità italiana dovrebbe essere fiera del Vostro operato.

A tutto il personale sanitario dalla Pediatria alla reception con cui si è stretto un rapporto ormai fraterno. Grazie all’ospedale di Soverato e alla comunità che ci ha supportato in tutto e per tutto.

Al gruppo Autotorino per esserci sempre stato con numerose chiamate e messaggi da parte di tutti i colleghi. Grazie agli amici della Camera di Commercio di Bergamo che ci sono Stati accanto in questa settimana.

Grazie all’Ats di Bergamo per la disponibilità e per l’affetto. Grazie alla comunita di Colognola Bergamo per il tutto l’aiuto che avete dato alla famiglia Genovese.

Potrei continuare per ore ma il grazie più grande va a quel ragazzo Giuseppe Carello che ha salvato una famiglia che stava per essere distrutta da quel maledetto fulmine.

Caro Giuseppe ti scrivo con il cuore in mano.
Il tuo gesto eroico e non comune rimarrà per sempre nei nostri cuori. Spero che le istituzioni italiane ti riconoscano il giusto merito con una onorificenza al valore perché davvero te la meriti.

Adesso ci lasciamo alle spalle questa brutta avventura… un percorso attende alcuni dei miei cari con terapie e riabilitazione ma posso solo dire che oggi festeggiamo la Vita.

Un abbraccio a tutti

Billy Bilotta