“Furbetti dei rifiuti” sotto la lente di fototrappole e telecamere, sanzioni

E’ stata una settimana intensa di controlli e di risultati quella del Nucleo Operativo Ambientale (Noa) della polizia locale di Crotone: con l’ausilio di strumenti di ripresa (fototrappole, telecamere) ma anche con appostamenti e, persino, attraverso l’apertura dei sacchetti dell’immondizia, sono fioccate decine di contravvenzioni per violazioni a vario genere che vanno dal mancato rispetto degli orari di conferimento dei rifiuti fino all’abbandono indiscriminato su suolo pubblico di materiali da smaltire, anche ingombranti.

Tra gli altri si segnalano alcune persone provenienti da un comune vicinino colti ad abbandonare rifiuti di ogni genere, (tra i quali delle latte di vernice da smaltire e dei materiali di risulta da piccoli lavori edili) nelle zone di Poggio Pudano e nella zona di Farina e Trafinello.

Una abitudine purtroppo frequente quella di non effettuare la differenziata nei propri comuni di provenienza portando i propri rifiuti nella città capoluogo depositandoli in prossimità dei cassonetti. I trasgressori sono stati individuati dalle fototrappole e sanzionati (alcuni hanno già pagato, altri saranno convocati nei prossimi giorni) con la importante sanzione di 600 euro prevista dal Decreto Legislativo 152/2006.

Molti anche i casi di persone che si fermano in orari non previsti dalle ordinanze comunali e gettano il loro sacchetto dei rifiuti quando la raccolta è già passata, contribuendo a mantenere quello stato di degrado che è facile rilevare intorno ai cassonetti. Altri ancora si spostano dalle zone del proprio domicilio per non seguire le regole della differenziata.

Tali violazioni, sebbene sanzionate per un minore importo di 50 euro, sono comunque indicative che il controllo deve essere fatto e deve essere potenziato per rieducare ad un maggiore senso di civiltà e riportare un dignitoso decoro urbano soprattutto nelle aree adiacenti i cassonetti. Tra gli esempi particolarmente indicativi della settimana si segnala una cittadina che, in pieno centro urbano ed a piedi, ha trasportato da sola un materasso per poi abbandonarlo in prossimità di alcuni cassonetti.

E’ stata identificata e contravvenzionata dagli agenti di Polizia Locale del N.O.A. con 600 euro di sanzione. A questo proposito si ricorda che basta chiamare le isole ecologiche per chiedere gli orari di apertura e si possono tranquillamente lasciare i propri rifiuti ingombranti presso le stesse.

Il Noa intensificherà il proprio servizio in questa settimana, in particolare nelle zone dove vengono abbandonati rifiuti ingombranti e di vario genere e, nel caso, anche procedendo con gli operai di Akrea ad aprire le buste dei rifiuti per individuare gli autori di condotte che minano al decoro urbano della nostra città.