Furti d’auto con “cavallo di ritorno”, quattro arresti

Blitz dei carabinieri all’alba di oggi a Lamezia Terme e quattro persone finite agli arresti nell’ambito di un’indagine che rappresenta uno sviluppo dell’inchiesta “Crisalide” che ha permesso di individuare i presunti responsabili del cosiddetto furto con “cavallo di ritorno”.

 L’attività è nata dalla collaborazione tra il Nucleo investigativo di Lamezia Terme e il Nucleo investigativo di Catanzaro e le quattro persone arrestate sono accusate di estorsione e rapina perpetrati in concorso tra loro. L’indagine trae origine dal furto di un veicolo utilizzato per uso commerciale nel 2015.

La vittima si era rivolta ad un esponente della criminalità lametina riuscendo a recuperare l’autovettura. I provvedimenti restrittivi nei confronti dei quattro soggetti arrestati sono stati eseguiti su disposizione della Procura catanzarese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.