Giocavano a carte in un bar malgrado il Decreto coronavirus, 10 denunce

Giocavano a carte, seduti al tavolo, senza preoccuparsi di rispettare la distanza di sicurezza di un metro tra loro, creando assembramento. Per questo, a Reggio Calabria, i carabinieri della locale compagnia hanno denunciato il titolare di un esercizio pubblico, in zona S. Anna, e 9 avventori sorpresi all’interno del locale.

Il titolare dell’esercizio pubblico è stato anche segnalato allo sportello unico delle attività produttive del Comune di Reggio Calabria per la sospensione dell’attività.

I Carabinieri della Compagnia di Bianco (Reggio Calabria), hanno poi denunciato il titolare di un circolo ricreativo, che pur non essendo in possesso di titolo autorizzativo per la somministrazione di alimenti e bevande, ne aveva garantito la regolare apertura al pubblico.