Giornata della Memoria, medaglie d’onore a 5 cittadini della provincia di Catanzaro deportati e internati nei lager

Cerimonia di consegna delle medaglie d’onore ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e ai familiari dei deceduti. Oggi, nella Giorno della Memoria, sono state consegnate dal Prefetto di Catanzaro Maria Teresa Cucinotta, nella sala Tricolore, le medaglie che il presidente della Repubblica ha concesso a cinque cittadini, alla memoria, della provincia di Catanzaro.

Oltre ai congiunti degli insigniti, hanno preso parte all’evento, i sindaci dei rispettivi comuni di residenza. Il Prefetto, nel porgere il suo saluto, ha ribadito l’importanza del valore della memoria come momento fondante di ogni democrazia. Ha sottolineato come “il significato della giornata della Memoria è innanzitutto quello di commemorare le vittime ma anche e soprattutto il dovere di conoscere uno dei capitoli più bui della nostra storia e dell’umanità affinché non si ripeta”.

Gli insigniti

Antonio Costarella, deceduto, di Soverato, (ritira il figlio Giuseppe accompagnato dal Presidente del Consiglio Comunale di Soverato – Amoruso)

Tommaso Madia, deceduto, di Catanzaro, (ritira il figlio Nicola accompagnato dall’Assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro – Carrozza)

Giuseppe Rodola’, deceduto, di Cropani Marina, ritira la nipote Sig.ra Paola Rubino accompagnata dal Sindaco del Comune di Cropani – Mercurio)

Martino Rotella, deceduto, di Settingiano, ritira il nipote Francesco Gigliotti accompagnato dal Sindaco del Comune di Settingiano – Iozzo)

Pietro Rotella, deceduto, di Magisano, (ritira il figlio Francesco accompagnato dal Vice Sindaco del Comune di Magisano -Alberto).