Giovane aggredito per uno scambio di persona, la madre: “E’ in coma irreversibile, non vi sono più speranze di ripresa”

Davide Ferrerio è in coma irreversibile, e non vi sono più speranze di ripresa. Il 20enne venne massacrato di botte per sbaglio a Crotone per uno scambio di persona. Era la sera del 12 agosto scorso quando Davide, in vacanza a Crotone, venne massacrato di botte dal 22enne Niccolò Passalacqua. Davide è stato aggredito in seguito a uno scambio di persona.

Uscito di casa intorno alle 21, era nei pressi del tribunale della città calabrese per aspettare un amico con il quale aveva un appuntamento per mangiare qualcosa insieme. Nella strada dove si trovava il giovane era in corso però una sorta di “spedizione punitiva” nei confronti di un uomo di 31 anni che corteggiava sui social una minore. La ragazza si era fatta accompagnare dalla madre, da un suo coetaneo e da Nicolò Passalacqua, 22 anni, con l’obiettivo di farla pagare al 31enne. Questa persona però, resasi conto del pericolo ha inviato un messaggio alla ragazzina indicando di essere il ragazzo che indossava la camicia bianca. Quel ragazzo però era Davide e così è scattato il pestaggio.

Davide è in stato vegetativo, in coma irreversibile. A dirlo è Giusy Orlando, la mamma di Davide, alla quale dopo oltre due mesi di coma farmacologico è stato rivelato che il quadro sanitario del ragazzo si è complicato e che non ci sono speranze che possa riprendersi.

L’autore del pestaggio, Passalacqua, si trova in carcere con l’accusa di tentato omicidio, mentre la famiglia di Ferrerio, chiede da settimane di inserire nella lista degli indagati (per concorso in tentato omicidio) anche il 31enne e la madre della minore. Dure le parole del fratello di Davide, Alessandro. “Noi vogliamo solo giustizia, non c’è una sola persona che ha sbagliato: la madre, mandante di questa aggressione, la figlia, e questo 31enne che ha indicato mio fratello. Al momento però c’è solo una persona indagata. Tutti loro sono liberi, escono, postano video sui social mentre ballano e si divertono, fanno quello che vogliono, Davide invece non può, è attaccato a un respiratore, in un letto d’ospedale”.