Girifalco – Incontro per il completamento delle Rems

foto 1Accompagnato dai vertici dell’Asp di Catanzaro, questa mattina, il rappresentante del Governo e commissario per il completamento delle Rems,  l’onorevole Franco Corleone, ha fatto visita al Comune di Girifalco dove ha incontrato il sindaco, Pietrantonio Cristofaro. All’incontro – organizzato dall’Asp di Catanzaro  e di cui il Comune si è fatto solo padrone di casa –  sviluppatosi in due momenti, hanno preso parte gli assessori comunali Nando Cosco, Maurizio Siniscalco e Elisabetta Sestito, i consiglieri comunali Filippo Giovanni De Stefani e Concetta Piccione, il dirigente del dipartimento alla Tutela della Salute della Regione Calabria, Luciano Lucania,  il direttore generale dell’Asp, Giuseppe Perri, il referente della sanità penitenziaria Antonio Montuoro, il direttore dell’Ufficio tecnico dell’Asp di Catanzaro, Carlo Nisticò,  il presidente del Tribunale di Sorveglianza di Catanzaro,  Maria Antonietta Onorati, il capitano della Compagnia dei Carabinieri di Girifalco, Silvio Maria Ponzio, il comandante di Stazione, Giuseppe Milisenda, i progettisti e i titolari dell’impresa capofila della R.T.I. aggiudicataria dei lavori (B.L. Costruzioni srl di Catanzaro). La prima parte dell’incontro si è sviluppata nella sala giunta del Comune. I tecnici hanno, infatti, illustrato all’onorevole Corleone i dettagli del progetto  delle Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems).  foto 12Si è discusso sui lavori, i cui tempi previsti sono pari all’incirca a 600 giorni e sui tempi di consegna degli stessi. I vertici dell’Asp, oltre ad illustrare il progetto e le potenzialità dello stesso, hanno sottolineato la grande sinergia ed intesa con cui hanno lavorato Azienda sanitaria provinciale e Regione. Scendendo nel merito della discussione è emersa l’esigenza di intervenire su alcune importanti questioni: il numero dei posti letto per stanza, con un’area riservata alle donne, le aree da adibire ad attività di integrazione e il fattore “accoglienza” che la struttura deve avere pur avendo le giuste garanzie di sicurezza. Il ragionamento si è, dunque, spostato sul personale che dovrà essere qualificato e formato adeguatamente. “Chi lavora nelle Rems – ha detto Corleone – deve essere consapevole di far parte di un’operazione culturale importante”. Carlo Nisticò ha, quindi, sottolineato come l’area dove sorgeranno le Rems è ubicata a pochi passi da un’altra importante realtà qual è l’orto botanico. L’impegno dei presenti all’incontro  è stato, dunque, quello di perfezionare alcuni aspetti del progetto per poi rivederli e dare l’ultimo ok tra poche settimane. Subito dopo l’incontro in Comune, l’onorevole Corleone ha visitato la struttura offrendo all’Asp, alla ditta e all’amministrazione comunale ulteriori consigli e suggerimenti. E ribadendo, al contempo, un principio che rispecchia a pieno lo spirito dell’intero progetto: “Quello che ha assunto Girifalco con le Rems è un impegno storico. Ora, l’impegno ulteriore è, dunque, quello di non fallire, non alimentare paure e costruire un’opera bella. Non un contenitore in cui mettere corpi bensì persone. Chi ci lavorerà si sentirà, così, protagonista di una cosa eccezionale”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.