Giustizia, Gratteri; resto a Catanzaro, amo questa regione per questo ne parlo male

“Io amo in modo viscerale questa terra e l’ho dimostrato con la mia coerenza: dall’86 faccio il Magistrato in Calabria. Più di otto anni non si può stare nella stessa Procura e devo trovare un’altra collocazione”.

“Spero di poter continuare a lavorare in questa regione perché l’amo. Ecco perché spesso ne parlo male, ma sono fiducioso che siamo sulla strada giusta. Tanti risultati li abbiamo ottenuti e tanta gente crede in noi.”

Così Nicola Gratteri, procuratore della Repubblica di Catanzaro partecipando ad un incontro a Trame 10, Festival dei libri sulle mafie che si tiene a Lamezia fino al 5 settembre.