I lavori della Trasversale delle Serre al centro di un incontro con l’Anas

Pensavamo di aver perso le speranze, anche perché in tempi di pandemia la tensione verso altre problematiche, seppur importanti, è un po’ calata. Questo non ha fatto venire meno però l’interesse per la difesa dei diritti dei cittadini di questo pezzo di Calabria relativamente allo stato dei lavori della Trasversale delle Serre, anche perché il rapporto con dirigenti e ingegneri dell’Anas che, da qualche anno a questa parte, stanno dimostrando interesse verso il completamento della Strada è rimasto abbastanza frequente .

Per fare il punto sullo stato dell’arte il Comitato “Trasversale delle Serre “Cinquant’anni di sviluppo negato”, rappresentato dal presidente Fioravante Schiavello e dal presidente onorario Ulderico Nisticò, si è incontrato con la d.ssa Graziella Polito e con l’ingegner Silvio Canalella dell’ANAS.

Questi hanno fornito ampie assicurazioni che le attività dell’ANAS sono state continue e intense, affrontando e superando ogni necessario passaggio tecnico e burocratico. I lavori relativi al tratto per il superamento del colle Scornari e del Cimitero di Vazzano saranno appaltati entro la fine dell’anno in corso, i lavori dovrebbero concretamente essere cantierabili ed iniziare nella primavera del 2022.

Per quanto riguarda invece il tratto Vallelonga – Vazzano la progettazione è stata definita e, superato qualche ostacolo di carattere puramente risibile, i lavori dovrebbero anch’essi iniziare nel prossimo anno. Inoltre per il tratto Gagliato- SS 106 ionica sta per essere completata la progettazione e si spera di mandarla in appalto al massimo fra un anno.

L’ingegnere ha informato della nomina di un commissario straordinario per la definizione dei lavori della Trasversale delle Serre nella persona dell’ing. Francesco Caporaso, autorità che nella sua qualità potrà sveltire tutte le pratiche di natura tecnico amministrativo finora rimaste al palo.

Il Comitato ha espresso soddisfazione, prendendo atto di quanto già operato e di quanto si assicura per il prossimo avvenire.

Rimane comunque vigile, e sollecita le popolazioni, e in particolare i sindaci, ad un fattivo impegno, finora poco e raramente avvertito.

Fioravante Schiavello