I sindaci di Sfida Calabria non hanno firmato documenti del Movimento 24 Agosto

In relazione al post di Facebook sulla pagina “Movimento 24 agosto – Equità territoriale” nel quale viene pubblicato un elenco di sindaci del Sud che avrebbero aderito “ALLA BATTAGLIA DEL #RECOVERY #SUD” e ad un articolo, correlato a questo post, uscito in data 13 aprile su alcune testate online dove vengono riportate testuali parole “Una lista, quella dei sindaci, che stanno aderendo alla “battaglia” del Recovery Sud, in continuo aggiornamento. Tanti i comuni che hanno già aderito, come, tra gli altri, San Pietro a Maida e Soverato.

Ci preme precisare che i sottoscritti non hanno dato alcuna adesione formale a detto Movimento anche in considerazione del fatto che non se ne conoscono i contenuti.

Abbiamo invece sottoscritto altri documenti che ci sono stati sottoposti e che abbiamo avuto la possibilità di leggere, valutare e condividere in relazione a precise proposte progettuali che interessano il Sud da proporre al Governo nel Recovery Plan che sarà presentato all’UE entro il prossimo 30 aprile.

In particolare ci riferiamo alla realizzazione:

1) dell’Alta Velocità a 300km/h Sa/Rc cin prosecuzione Me-Ct-Pa;

2) Corridoio ionico (S.S. 106, Ferrovia)

3) Portualità del Sud con particolare riferimento ai grandi porti di Gioia Tauro (primo porto di transhipment d’Italia) ed Augusta (secondo porto industriale)

Quanto sopra , ci preme precisarlo, al fine di evitare strumentalizzazioni inutili e dannose che non possono riguardare e coinvolgere le Istituzioni di cui ci onoriamo di esserne rappresentanti.

Il Movimento di Sindaci ed Amministratori #SfidaCalabria