Il 12 e 13 agosto il Satriantella Festival

manifestoUn Festival che, fin dal suo esordio, ha saputo raccogliere ed esaltare i suoni e la musica di Calabria: è il Satriantella Festival che, malgrado le difficoltà economiche del periodo, avvalendosi del sostegno del Gal Serre Calabresi, anche quest’anno sarà un evento imperdibile per tutti gli appassionati del genere.

Le poche risorse finanziarie non hanno fatto perdere la passione e l’amore dell’Assessore Alessandro Catalano verso il Festival e alla sua richiesta di sostegno hanno risposto attivamente l’Associazione Culturale KIS, nata nel 2012 dall’incontro tra Walter Guido e Domenico Sisto, e la storica Casa Discografica Compagnie Nuove Indye di Paolo Dossena.

Il rapporto tra Satriantella, KIS e CNI Compagnie Nuove Indye nasce proprio nel 2012 da una volontà di Alessandro Catalano e Walter Guido. Sul palco delle sue diverse edizioni, questo festival, dai sapori squisitamente mediterranei, che anche quest’anno ha luogo nello suggestivo borgo di Satriano, il 12 e 13 agosto, ha ospitato la crème de la crème della musica popolare calabrese e non solo, rappresentandone un punto di riferimento indiscusso: da Peppe Barra a Eugenio Bennato, all’Orchestra Popolare Calabrese a tanti altri che hanno reso il festival, seppur giovane, uno degli appuntamenti più importanti in terra di Calabria. Per l’edizione 2015, l’organizzazione generale ha riunito una preziosa rosa artistica.

I Marvanza, band FolkReggae, scoperta e prodotta dallo stesso Sisto e da Compagnie Nuove Indye, che pochi giorni fa ha aperto il primo concerto calabrese della star mondiale Manu Chao e che dal 2010, quando vinsero il contest e aprirono il Concertone del Primo Maggio a Roma, sono uno dei gruppi calabresi più richiesti. AlmaFolk, recentemente contrattualizzati da CNI Unite per il loro nuovo disco “Volamu li vesti”, animeranno la piazza di Satriano con le loro Tarantelle originali, i loro canti d’amore e i loro ritmi tarantadub e che nei prossimi mesi li vedrà protagonisti nelle radio tedesche grazie alla loro ”Psyco Tarantella“ remixata da Ten Words, importante DJ di musica Techno-House.

Gli Alma Folk sono anche autori di “Quale amore” presente nel disco ”Walter sogna ma non dorme”, canzone maggiormente cliccata del disco su YouTube. Nelle due serate proposte ci saranno, inoltre, I Tarantuli di Gasperina, che uniscono passione, balli e canti con gioia e verità per una spettacolo antico e i Taranta Jonica virtuoso gruppo folk. Gli ingredienti per un buon Festival ci sono tutti: la crisi si combatte anche così, con il colore, il sapore, il suono e la tradizione musicale di una terra antica e meravigliosa come la Calabria: benvenuti al Satriantella Festival!

ALTRI ARTICOLI