Il 14 agosto in Versilia due copie dei Bronzi di Riace “restituite” al mare

I Bronzi di Riace, nel cinquantesimo dal loro ritrovamento, torneranno in fondo al mare. Proprio così! Ad accogliere i due guerrieri, o meglio le due copie in bronzo, a grandezza naturale, realizzate tra il 1990 e il 1995 dalla Fonderia d’Arte Massimo Del Chiaro, saranno i fondali di Marina di Pietrasanta in Versilia.

Un’esposizione subacqua insolita e particolare che caratterizzerà il Ferragosto della rinomata località turistica toscana: le statue verranno depositate la mattina del 14 agosto al pontile di Tonfano e rimarranno sul fondale marino per un anno: solo nel 2023, al termine dell’esposizione, sarà possibile valutare l’impatto dell’interazione tra mare e bronzo.

Il progetto site-specific, chiamato Rewind, ideato da Federica Rotondo, sarà tenuto a battesimo dal critico d’arte Vittorio Sgarbi che, a ottobre scorso, aveva voluto esporre le due copie al Mart di Trento in occasione della mostra “Il falso nell’arte. Alfeo Dossena e la scultura italiana del Rinascimento”.

“Abbiamo individuato il titolo Rewind per questa installazione per voler lanciare un messaggio legato all’ambiente che ci circonda – spiega Rotondo -. Il grido di aiuto che il pianeta ci sta rivolgendo e che si concretizza nelle immagini drammatiche che arrivano da tutto il globo tra lo scioglimento dei ghiacciai, inondazioni, incendi su vasta scala e sviluppo di pandemie devono indurre ciascuno di noi a fermarsi un attimo e riflettere sul mondo che vogliamo lasciare ai nostri nipoti”.

“Un’idea che mi ha entusiasmato subito – ha affermato il sindaco di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti – non solo dal punto di vista artistico, ma anche scientifico. Artistico, perché Pietrasanta e la maestria di una delle sue più celebri fonderie diventano protagoniste di una ricorrenza storica, per la cultura nazionale e internazionale: i 50 anni dal ritrovamento dei Bronzi di Riace. Scientifico, perché per un anno il nostro litorale diventerà una sorta di “aula studio”, per monitorare l’azione dell’acqua di mare sul bronzo, giorno per giorno”.

All’iniziativa, promossa dalla Fonderia, patrocinata dalla Regione Toscana e Comune Di Pietrasanta, collabora anche il grande fotografo Massimo Sestini, vincitore del World Press Photo 2015 che ha dichiarato: “È un’impresa unica e molto emozionante che mi permetterà di fare una foto altrettanto unica e poiché rincorro da sempre le emozioni e le prospettive diverse, ho deciso di partecipare e di accogliere con spirito di squadra questa sfida avvincente”.

Le copie in bronzo delle due statue © Fonderia Del Chiaro, Pietrasanta (Lu)