Il 2 Giugno festa di “unità e solidarietà”, “Italia Plurale” auspica il rispetto dei principi repubblicani

“Va arrestato con fermezza ogni rischio di regressione civile in questa nostra Italia e in questa nostra Europa affermando un costume di reciproco rispetto, mettendo a frutto le grandi risorse di generosità e dinamismo dei nostri concittadini. Con l’auspicio che il 2 giugno possa essere in ogni territorio l’occasione di una rinnovata condivisione dei principi e degli ideali repubblicani”. Lo ha detto Sergio Mattarella nel suo messaggio per il 2 Giugno.

“Tensioni e prove trovano nel quadro delle istituzioni repubblicane piena possibilità di espressione e composizione, in una nazione unita e solidale”, ha affermato Mattarella. ”L’impegno volto a garantire il buon andamento e l’imparzialità della pubblica amministrazione e a rafforzare la fiducia dei cittadini nell’operato delle istituzioni, è essenziale – continua il Capo dello Stato – ed è condizione per favorire la più ampia partecipazione democratica alla vita del Paese, contro le tentazioni dell’indifferenza e del disimpegno. Il bene della coesione sociale, alla cui tutela si rivolge una parte importante della vostra attività si consolida con le scelte di corresponsabilità e di cittadinanza attiva che ciascuno è chiamato a operare nell’interesse generale”.

Il Movimento politico, culturale e d’opinione “Italia Plurale” si trova in piena sintonia con le parole del Capo dello Stato, ritenendo altresì che vada respinto ogni intenzione populista che vada data alla festa della Repubblica.

Per il Movimento politico, culturale e d’opinione “Italia Plurale” il 2 Giugno è – e resta – essenzialmente una festa “popolare”, del popolo italiano nella sua interezza, di quella Italia che si ritrova nei principi di “fratellanza, uguaglianza, cittadinanza”, quella “Italia Plurale” che tutti i cittadini italiani desiderano e a cui tutti tendono. Non una Italia dove prevale il contrasto sociale o politico o religioso, ma un’Italia dove possa emergere “unità e solidarietà”.

Il Movimento politico, culturale e d’opinione “Italia Plurale” auspica che oggi, come in tutti i giorni dell’anno, possa realizzarsi quello spirito di “amor patrio” che deve sempre essere presente in tutti noi, non solo nei momenti di festa. Un’Italia in cui i principi e gli ideali repubblicani siano da base per una nazione più forte e più autorevole nel panorama internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.