Il cantautore calabrese Clemente ci parla del suo nuovo singolo

Abbiamo incontrato l’artista Calabrese e ce lo siamo fatti raccontare in questa breve intervista di cosa parla questo suo prossimo singolo dal titolo strano che ci ha incuriosito molto.
La canzone uscirà il prossimo 14 dicembre una ballata rock travolgente che abbiamo avuto il piacere di ascoltare ed è stato come essere investiti da un treno di emozioni…

Di questa cosa che chiamano vita, dice Clemente, sono diventato, mio malgrado, esperto. Alla mia età  mi sono reso conto di avere dietro le spalle più strada di quanta presumibilmente me ne  rimane da compiere. E le mie canzoni, dunque, oggi più che mai esibiscono le cicatrici che il tempo provoca e aiuta a rimarginare. Quando scrive canzoni, clemente è ottocentesco, con tutti gli accenti e le rime alloro posto, romantico nell’espressione e nell’ispirazione I temi sono quelli di sempre: lo scorrere doloroso del tempo, gli abbandoni, le domande eterne di chi vive la condizione umana, l’amore. In questa nuova canzone però non  c’è solo il grande amore ma  anche la morte.

 La morte di un ragazzo perbene ucciso perchè  amava la donna di un boss.
Freddato con un colpo di pistola alla nuca ed il suo cadavere fatto sparire. Amava la donna sbagliata ,ed ha pagato col prezzo più alto una colpa che nei codici segreti della ‘ndrangheta non lascia scampo. Nel  brano Jack-verdura c’è l’Amore: quel sentimento che trascende anche la morte.

Il vero amore… Quello incondizionato, quello che unisce due anime aldilà di ogni cosa. Quello che senti la sua presenza anche se è a 2000 km di distanza, che ti senti come non fossi mai solo anche se non è realmente al tuo fianco. Quel”amore così forte che ha il potere di curare qualsiasi cosa, la tristezza, la depressione, il dolore, l’insofferenza, le malattie e che ti dà il coraggio di affrontare persino la morte di sfidarla…

Io credo sinceramente – dice Clemente – che quando si ha la fortuna di incontrare il vero amore, questo trascende anche la morte. Se è vero che siamo energia e che dopo che lasciamo questa vita terrena rimane comunque una traccia di noi… Quell’energia rimane al nostro fianco. E ‘questa in sintesi la storia della mia canzone l’eterno amore tra un giovane perbene ed Elisa che ha una sola colpa essera la donna di un ndranghetista.