Il coronavirus provoca anche un’importante caduta dei capelli

“Il covid19, oltre alle più gravi manifestazioni cliniche riguardanti l’apparato respiratorio con cui si palesa, può essere responsabile anche di un’importante caduta di capelli” lo afferma il dott. Antonio Soverina.

Molti pazienti che hanno contratto la malattia presentano una copiosa perdita di capelli nel periodo immediatamente successivo alle dimissioni ospedaliere. Sicuramente lo stress che accompagna il ricovero e le terapie farmacologiche attualmente utilizzate per combattere la malattia possono essere responsabili di questo problema ma non si esclude l’influenza diretta del virus sul follicolo pilifero.

Ancora sappiamo ben poco, afferma il noto Medico Tricologo di Catanzaro. Il diradamento che ne consegue, spesso molto evidente, é comunque completamente reversibile instaurando la corretta terapia. Specifica però il dott. Soverina che la caduta di capelli non rappresenta un sintomo della malattia da coronavirus né tantomeno indica un possibile contagio quindi, visto il periodo autunnale in cui una caduta di capelli più importante del solito é normale, non bisogna allarmarsi o farsi prendere dal panico. L’effluvio é una conseguenza della malattia, non un sintomo dell’infezione e si presenta qualche settimana dopo la guarigione.