Il Covid-19 dilaga, saracinesche abbassate o chiuse in anticipo in un comune calabrese

Il virus si fa strada a Filadelfia, soprattutto tra i giovani tra i 18 ed i 35 anni, e il sindaco Anna Bartucca corre ai ripari “blindando” in un certo qual modo la cittadina. Da oggi e fino al 2 gennaio, infatti, le saracinesche di molte attività resteranno abbassate o chiuderanno in anticipo.

In particolar modo l’ordinanza dispone per bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie e attività simili la chiusura alle 20 che si dovrà protrarre sino alle 5 del mattino. Gli stessi esercizi comunque potranno garantire l’asporto.

Cambia la musica per barbieri, parrucchieri ed estetisti, le cui attività sono chiuse da domani al 2 gennaio, al pari di impianti sportivi e palestre. Al contempo il sindaco ha sospeso il mercato settimanale e tutte le cerimonie in cui si prevedono assembramenti.

Relativamente ai grandi supermercati o negozi sarà consentito l’ingresso di una sola persona per nucleo familiare per un totale di 20 clienti alla volta. Nei piccoli esercizi, invece, è previsto l’ingresso di una sola persona alla volta. Divieto di assembranti, infine, nelle piazze, nelle ville e nei parchi.