Il Crotone vince e torna a credere nella salvezza

Dopo 10 gare senza portare a casa il bottino pieno, l’undicesima partita è stata quella buona. Il Crotone è infatti riuscito a battere con il tanto sonoro quanto meritato risultato di 4-1 lo Spezia, una delle rivali nella lotta per non retrocedere, e ora i pitagorici tornano a credere nella salvezza che solo una settimana fa pareva già rappresentare un’impresa difficilissima.

I ragazzi di Stroppa sono riusciti a vincere la prima partita stagionale

Passare da un campionato come quello di Serie B a quello di massima serie non è mai stato semplice per nessuno. Nel corso degli anni ci sono state delle compagini che sono riuscite a calarsi immediatamente nel nuovo contesto, mentre altre hanno faticato e non poco per iniziare a carburare anche in Serie A. Il Crotone di quest’anno appartiene sicuramente a questa seconda categoria ma, fortunatamente per tutti i tifosi crotonesi, nella recente partita casalinga disputata contro lo Spezia la squadra di mister Stroppa è riuscita a esprimersi sui livelli a cui aveva abituato l’anno passato, portandosi a casa la prima vittoria stagionale. L’autentico mattatore dell’incontro è stato il brasiliano Junior Messias, giocatore dal nome profetico e dalle qualità tecniche indiscutibili che però nell’arco della carriera è riuscito a esprimere tutto il suo potenziale solo a sprazzi. Grazie alla doppietta realizzata contro i liguri, Messias si è portato a quota tre reti in campionato e si è preso sulle spalle i sogni e le speranze di un intero popolo che già stava perdendo fiducia in questa squadra. E invece, grazie a questi tre punti, il Crotone riesce a portarsi a sole quattro lunghezze dalla zona salvezza diretta, obiettivo che anche secondo le scommesse sportive sembra ora decisamente più probabile rispetto a solo una settimana fa.

La lotta in zona retrocessione entra nel vivo

Mai come in questa stagione, la differenza tra le squadre di vertice e quelle di bassa classifica è nettissima e a testimoniarlo si erge la circostanza che vede la classifica letteralmente spezzata in due tronconi: da una parte ci sono le squadre che vanno dal Milan primo alla Lazio nona e, dall’altra, le compagini che potrebbero ritrovarsi invischiate nella lotta per non retrocedere da un momento all’altro. La prima di queste attualmente è l’Udinese, sicuramente la squadra più in palla di questo gruppo e che con tre vittorie di fila ha dimostrato di essere di un livello differente rispetto alle dirette rivali. Partendo dal Bologna, passando per il Benevento, lo stesso Spezia, il Torino, il Genoa, la Fiorentina, il Parma e arrivando sino al Crotone attualmente ultimo, la lotta per non retrocedere è estremamente equilibrata e pare aperta a ogni possibile esito. Certo, squadre come la Fiorentina e il Torino sembrano avere a propria disposizione tutte le qualità per tirarsi fuori senza troppi problemi dal fondo della classifica, ma entrambe stanno attraversando una crisi di gioco e di risultati che pare non avere fine e che potrebbe pregiudicare in modo irreversibile la stagione.

Il Crotone si gode la prima vittoria in campionato e complice il rendimento deludente di tante altre compagini impegnate in massima serie torna a credere nella salvezza.