Il Presidente Arturo Bova sui gravi fatti di Lamezia Terme

arturobova“Evocare il senso di sgomento, rabbia e sdegno, non basta più. È arrivato il momento di agire, di riprendere in mano il controllo del territorio”. Perentorio il commento del presidente della commissione regionale speciale per la Lotta alla ‘Ndrangheta Arturo Bova, che è intervenuto sull’escalation di atti intimidatori verificatisi nelle ultime ore nella città di Lamezia Terme in cui alcune attività commerciali e imprenditoriali sono state addirittura oggetto di attentati dinamitardi da parte di ignoti malviventi a volto coperto, ripresi da alcune telecamere di sorveglianza. “Non si può tollerare – ha affermato il pres. Bova – che ad appena 48 ore di distanza dal vile gesto compiuto a Locri, ai danni della ditta di autolinee Federico, si siano verificati addirittura una serie di episodi di danneggiamento e minaccia contro alcuni operatori economici lametini. È ora che le autorità preposte intervengano, ma lo facciano affiancate dall’intera classe politica e da tutte le rappresentanze istituzionali. Nessuno, soprattutto se investito da responsabilità pubbliche in virtù di un mandato popolare, può infatti chiamarsi fuori, adducendo la motivazione di non avere competenze e poteri specifici nel contrasto alla criminalità organizzata. Faccio infine appello alla coscienza civile dei cittadini, che devono ribellarsi alla sottocultura di cosche malavitose sempre più arroganti e pervasive”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.