Il Presidente Nazionale dell’ANPI Carlo Smuraglia venerdì 28 ottobre a Catanzaro

carlo-smuragliaConfermata la presenza del Presidente Nazionale dell’ANPI Carlo Smuraglia a Catanzaro il prossimo venerdì 28 ottobre. Un impegno straordinario il suo per parlare prima di tutto delle ragioni del NO al Referendum Costituzionale e poi per continuare come sempre a discutere- con particolare riguardo ai giovani nelle scuole – di Costituzione, Democrazia, Antifascismo. La giornata sarà divisa in due distinte iniziative: la prima dalle ore 10.30 alle 12.30 al Dipartimento di Sociologia dell’UMG dove in occasione della cerimonia per l’intitolazione della Sala 1 al ricercatore Giulio Regeni, e alla contestuale proclamazione dei laureandi in Sociologia, il Presidente Carlo Smuraglia terrà una conferenza su “Costituzione, Democrazia, Antifascismo”. Il secondo appuntamento nel primo pomeriggio – dalle 14 alle 16 – si svolgerà presso la sala riunioni della CGIL Regionale dove si parlerà del Referendum del 4 dicembre e delle “Buone ragioni del NO”. Introdurrà i lavori Mario Vallone Presidente del Comitato Provinciale ANPI, a seguire l’intervento del Segretario Generale della CGIL Calabria Angelo Sposato e del Presidente Nazionale dell’Associazione Partigiani Carlo Smuraglia. Sono previste delegazioni da tutta la Regione.

In considerazione del fatto che molte persone non conoscono la biografia del Presidente Nazionale riportiamo una sintetica descrizione del suo profilo. Nato ad Ancona il 12 agosto 1923, avvocato, docente universitario, politico, dal 16 aprile 2011 presidente nazionale dell’Associazione partigiani d’Italia. Partigiano Combattente, volontario nel Corpo italiano di liberazione (Divisione Cremona, 8° armata) fino alla fine della guerra.

Avvocato; professore ordinario di diritto del lavoro, ha insegnato nell’Università Statale di Milano, Facoltà di scienze politiche, dal 1968 al 1999. E’ stato consigliere regionale dal 1970 al 1985, nella Regione Lombardia. Presidente del Consiglio regionale lombardo dall’aprile 1978 al giugno 1980.

Dal marzo 1977 all’agosto 1979 ha svolto le funzioni di Commissario d’accusa nel processo “Lockheed”, davanti alla Corte Costituzionale, a seguito di nomina da parte del Parlamento in seduta congiunta.
Eletto dal Parlamento a Componente del Consiglio Superiore della Magistratura, ha fatto parte del C.S.M. dal febbraio 1986 al luglio 1990.
Senatore della Repubblica dall’aprile del 1992 al maggio 2001. Presidente della Commissione Lavoro del Senato, ininterrottamente, dal maggio 1994 fino al maggio 2001.
Membro della Commissione parlamentare antimafia, nella legislatura 1992-1994, è stato coordinatore del gruppo di lavoro sulla “mafia nel nord-Italia”.

Ha esercitato per molti anni, ed esercita tuttora la professione di avvocato, occupandosi anche di processi in materia di sicurezza e igiene del lavoro, nonché di alcuni significativi processi politici, fra i quali, a Pisa, un procedimento in Corte d’Assise nei confronti di un gruppo di partigiani (tutti assolti ) e, a Milano, il processo per i fatti di Reggio Emilia del luglio 1960, nel quale ha svolto anche il ruolo di difensore di parte civile per i familiari dei caduti, assieme ad altri colleghi di Reggio Emilia e di Milano.
Il 2 giugno 1980 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini della onorificenza di “Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica italiana”. Dal 16 aprile 2011 è Presidente dell’ANPI nazionale.smuraglia-cz

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.