Il regista calabrese Alessandro Grande protagonista al 18° Bucharest International Film Festival

C’è stata tanta Italia, in particolare tanta Calabria, al Bucharest International Film Festival, svoltosi dal 29 settembre al 9 ottobre scorsi, grazie alla presenza del regista Alessandro Grande. Il Biff è tra gli eventi cinematografici più attesi e importanti di tutta la Romania, presieduto da Dana Dimitru-Chelba, si svolge da 18 anni nella capitale ed è l’equivalente del nostro Festival di Roma.

Il regista oltre a presentare il suo film “Regina”, che ha chiuso la sezione “Focus Italia” dedicata al cinema italiano e diretta dall’attrice e regista italo rumena Kristina Cepraga, è stato uno dei cinque membri della giuria internazionale che ha decretato il film vincitore di questa edizione. In giuria insieme a Grande, il regista ucraino Valentyn Vasjanovyc, scelto per ben tre volte a rappresentare con i suoi lungometraggi l’Ucraina agli Oscar, l’attrice rumena Daga Rogoz, l’attore e regista Dorian Bogutà che ha ottenuto il successo internazionale con il suo film Legacy attualmente su Netflix, e la giornalista Roxana Calinescu.

Un parterre d’eccezione che ha valutato gli otto film in concorso, provenienti da tutto il mondo e dai maggiori festival internazionali, dal Festival di Cannes al Festival di Berlino.

“Sono molto onorato di aver avuto questo ruolo all’interno di un festival così prestigioso –  ha commentato Grande – ed essermi confrontato con personalità internazionali di rilievo nell’ambito cinematografico”.

Intanto il primo lungometraggio di Grande, Regina, dopo la presentazione in concorso al Festival di Torino e i venticinque premi tra cui due Ciak d’oro, continua ad ottenere consensi: pochi giorni fa è arrivata la notizia per il regista di essere tra i dieci autori italiani a contendersi il prestigioso premio Mario Verdone, che sarà consegnato direttamente dal figlio Carlo, all’interno del 23° Festival del Cinema europeo che si svolgerà dal 12 al 29 novembre in Puglia.