Il rientro del lanciatore spaziale cinese è avvenuto nell’Oceano Indiano

Il rientro del lanciatore spaziale cinese è avvenuto nell’Oceano Indiano senza alcun interessamento per il territorio italiano e, quindi, la Calabria

II secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B è rientrato nell’atmosfera sull’Oceano Indiano, in un’area vicina alle isole Maldive.

In una delle sue ultime orbite ha salutato l’Italia, sorvolando la Sardegna e la Calabria senza alcun rischio, per spostarsi verso Est. Il rientro è avvenuto entro i limiti della finestra temporale prevista, che andava dalle 3,11 alle 5,11 italiane, mentre c’è stata un’incertezza decisamente maggiore sul luogo del rientro, inizialmente indicato nel Nord Atlantico e successivamente nel Mediterraneo orientale.

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, in accordo con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), ha chiuso il Comitato Operativo che era attivo in stretta reperibilità e ha ringraziato tutte le componenti del Sistema Nazionale di Protezione Civile, i partecipanti al tavolo tecnico e le regioni direttamente interessate per l’impegno e l’attenzione profusi in questi giorni.