Incendio autobotte a Santa Caterina Jonio, la nota dei consiglieri di minoranza

Abbiamo appreso dalla stampa che nei giorni scorsi, all’interno del campo sportivo di Santa Caterina Superiore, un incendio ha distrutto un’autobotte Mercedes Unimog di proprietà della Società Calabria Verde della Regione Calabria, allestita per l’antincendio boschivo.

Da quanto riportato nei vari articoli di stampa sono in corso le dovute indagini al fine di accertare le cause di tale incendio, anche se, sulla base dei primi accertamenti eseguiti sul posto, l’origine dolosa rimane la pista più accreditata.
In considerazione della distanza che separa il nostro centro storico dal più vicino distaccamento dei vigili del fuoco e dell’alta probabilità d’incendi, tale episodio rappresenta una grave perdita per il territorio di Santa Caterina dello Ionio in vista della prossima stagione estiva.

L’augurio è quello che le Forze del’Ordine intervenute chiariscano al più presto la matrice di questo episodio e assicurano alla Giustizia gli eventuali vili responsabili.
Dispiace costatare che il Sindaco e la sua Maggioranza non si sono dedicati con la giusta abnegazione a completare la gara per la realizzazione della Video Sorveglianza, giacché il finanziamento del Ministero assegnato al nostro comune risale a oltre un anno fa.

Oggi il funzionamento delle telecamere di controllo avrebbe senz’altro dato un importantissimo aiuto anche per chiarire questa vicenda.
Lascia alquanto perplessi la mancata presa di posizione pubblica da parte del Sindaco e della sua Maggioranza, considerata anche la solerzia con cui, gli stessi amministratori, amano manifestare auto compiacimento per atti di normale amministrazione e sterili attacchi politici.

Teniamo altresì a comunicare che non aver espresso pubblicamente le nostre considerazioni su procedure poco trasparenti, adottate anche in questo periodo di emergenza al comune di Santa Caterina, non significa che come Minoranza abbiamo smesso di esercitare il nostro compito di vigilanza e controllo sull’operato amministrativo, ma è stata una scelta condivisa da tutti i consiglieri di opposizione, per rispetto delle difficoltà che le famiglie stanno attraversando a causa del Covid-19.

Raffaele PILATO
Stella CRINITI
Francesco LAZZARO